ISPIG – Presidente e Direttivo

Presidente:

Daniele Vittorio Comero   CV

 

Direttivo:

Felice Besostri, vice presidente  https://www.felicebesostri.it

Luciano Garibaldi, vice presidente  – pubblicazioni   CV di wiki

Alberto Sandoli

Ottorino Maggiore van Beest  sito web: Ottorino Maggiore van Beest – Home (omvb.eu)

 

Direttore operativo:

Carmelo Tribunale

 

 


L’Istituto prosegue l’opera scientifica e culturale svolta dalla Fondazione Istituto Lombardo per gli Studi Filosofici e Giuridici che ha operato in modo autonomo per molti anni a Milano e nell’ultimo periodo presso la Società Umanitaria.

La Fondazione era nata nel 1990 per merito dell’avv. Mario Giacomini  e della moglie avv.ssa Bavaro in stretto accordo con l’Istituto Filosofico Italiano fondato dall’avv. Gerardo Marotta a Napoli, che infatti è stato tra i soci fondatori.

Attorno all’opera intellettuale del prof. Giorgio Galli, già direttore per tanti anni della Fondazione e past-president della Società Umanitaria, si è coagulato un gruppo di studiosi molto eterogeneo intenzionato a mantenere un’area di “libero pensiero politico” a Milano,

dove sia possibile lo scambio di idee e di analisi politiche, non vincolate a interessi precostituiti o di parte.

Atto costitutivo

L ‘anno 2018, il giorno 5 del mese di ottobre, alle ore 18,00 in Milano, in via Andrea Costa 1, al 7° piano, in Milano, sono presenti con spirito di grande armonia i signori:

Giorgio Galli,  Daniele Vittorio Comero, Felice Carlo Besostri, Luciano Garibaldi, Rossana Mondoni,  Alberto Sandoli, Piero Vitellaro Zuccarello. 

I presenti, anche nella loro qualità di “Promotori di Pace” dell’A.N.V.C.G. – Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra / Sezione di Milano – concordano di assegnare al prof. Giorgio Galli la Presidenza dell’Assemblea costitutiva, il quale accetta e nomina per assisterlo e coadiuvarlo nella riunione il dott. Daniele Comero quale Segretario ed estensore del presente atto.

Il Presidente dell’Assemblea costitutiva illustra i motivi che hanno indotto i presenti alla costituzione di una associazione che vuole promuovere la comprensione reciproca, l’amicizia, la cooperazione e la pace duratura tra le nazioni, con attenzione al miglioramento sostanziale della nostra forma di democrazia rappresentativa, dà lettura dello Statuto contenente le norme relative al funzionamento dell’ente, da considerarsi parte integrante del presente Atto costitutivo, che viene approvato all’unanimità.

Mediante questo atto, convengono e stipulano quanto segue:

ART. 1 – E’ costituita fra i presenti, ai sensi del Codice civile e del Decreto Legislativo 3 luglio 2017, n. 117 l’Associazione culturale di Promozione Sociale avente la seguente denominazione:

Istituto di Studi Politici diretto da Giorgio Galli

con sede in via Andrea Costa 1, Milano. La sede può essere modificata in qualsiasi momento con delibera del Consiglio Direttivo.

ART. 2Fino all’operatività del Registro unico nazionale Terzo settore si applicano le norme previgenti ai fini e per gli effetti derivanti dall’iscrizione nel Registro regionale delle APS. Il requisito dell’iscrizione al Registro unico nazionale del Terzo settore, nelle more dell’istituzione del Registro medesimo, si intende soddisfatto da parte dell’associazione, ai sensi dell’art. 101 del Codice del terzo settore, attraverso la sua iscrizione al Registro regionale delle associazioni di promozione sociale attualmente previsto dalla specifica normativa di settore.

ART.3 – L’Associazione è apartitica e areligiosa, ha come scopo principale quello di sostenere e divulgare gli studi e le ricerche condotte dal prof. Giorgio Galli, oltre che di raccogliere il lascito culturale della Fondazione Istituto Lombardo per gli studi Filosofici e Giuridici presso la Società Umanitaria di Milano, diretta da Giorgio Galli per oltre quindici anni.

L’Associazione non ha scopo di lucro e persegue finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, mediante lo svolgimento in favore dei propri associati, di loro familiari o di terzi di una o più delle seguenti attività di interesse generale, avvalendosi in modo prevalente dell’attività di volontariato dei propri Associati:

a) studiare i meccanismi di funzionamento dei sistemi di potere politico, con particolare riguardo a quelli della democrazia rappresentativa nei suoi vari aspetti e ai suoi condizionamenti.;

b) realizzare studi giuridici, politico-elettorali, filosofici, economici, sociali e storici;

c) promuovere ricerche sui movimenti di pensiero e sui fenomeni geopolitici;

d) attivare iniziative editoriali per pubblicare e diffondere ricerche e studi, con l’organizzazione di seminari e convegni

e) formare i giovani e gli adulti nei campi di studio sopra indicati.

ART. 4 – L’Associazione può esercitare, a norma dell’art. 6 del Codice del terzo settore, attività diverse da quelle di interesse generale, secondarie e strumentali rispetto a queste ultime, secondo criteri e limiti definiti dall’apposito Decreto ministeriale. L’Associazione può esercitare anche attività di raccolta fondi – attraverso la richiesta a terzi di donazioni, lasciti e contributi di natura non corrispettiva – al fine di finanziare le proprie attività d’interesse generale e nel rispetto dei principi di verità, trasparenza e correttezza nei rapporti con i sostenitori e con il pubblico. L’Associazione ha durata illimitata nel tempo.

ART. 5 – L’Associazione ha i seguenti principi informatori: perseguimento di finalità culturali, democraticità della struttura, elettività delle cariche associative, sovranità dell’Assemblea. I proventi delle attività non possono, in nessun caso, essere divisi fra gli associati.

ART. 6 – I comparenti stabiliscono che, per il primo mandato triennale, il Consiglio Direttivo sia composto dal prof. Giorgio Galli, con funzione di direttore scientifico, e dai seguenti Soci:

Comero, Besostri, Garibaldi, Sandoli e Vitellaro,

eleggono Presidente Giorgio Galli.

ART. 7 – I Soci Fondatori versano una quota di adesione di 80 (ottanta) euro.

ART. 8 – Il Presidente è autorizzato ad apportare le modifiche allo Statuto eventualmente richieste dalla Pubblica Amministrazione per adempiere le prescritte registrazioni e iscrizioni.

Le spese del presente atto, annesse e dipendenti, si convengono a esclusivo carico dell’Associazione qui costituita. Il primo esercizio Sociale chiuderà il 31.12.2019.

I successivi esercizi hanno inizio il 1° gennaio e si chiudono il 31 dicembre di ogni anno.

È parte integrale del presente atto l’allegato Statuto, definito su sedici articoli, steso su quattro fogli.

Letto firmato e sottoscritto dai Soci Fondatori